Natale in Mato Grosso (non è un film di De Sica)

Posted on Updated on

Olá povo!
Passate le festività, pronti per ripartire in quarta per affrontare al meglio il 2014.
Il mio Natale e il mio Capodanno decisamente non sono stati come al solito, a partire dalle temperature che superavano la soglia 30º.

La mia famiglia aveva deciso che il grande cenone della vigilia di Natale avrebbe coinciso con la festa di matrimonio di una cugina, Tatiane, che abita nello stato brasiliano di Rondonia. I preparativi nei giorni precedenti venivano allestiti a ritmo febbrile e in mezzo alla gran confusione arriva per me una altrettanto grande sorpresa: mi hanno scelto come padrino per le nozze. Ossia, io e mia cugina Mariana siamo stati una delle sedici coppie di padrini e madrine che hanno accompagnato all’altare gli sposi. Devo ammettere che l’ultima cosa che mi aspettavo da questa esperienza era di mettere la mia firma su di un attestato matrimoniale brasiliano!

IMG_0136
Firmando il registro
IMG_0056Insieme alla madrina/cugina, Mariana Queiroz

 

 

 

 

 

 

 

 

Il buffet della festa di matrimonio/Vigilia di Natale era particolarmente ricco ed invitante ed io… beh, non ho fatto altro che accettare l’invito! Vassoi di farofa (farina di mandioca tostata con carne secca o salsiccia), insalata russa, spalla cotta, carne di montone, carne di porco, carne di manzo, riso e fagioli (immancabili), insalata, pomodori e infine la pannosissima torta nuziale (della quale non ho nemmeno tenuto il conto delle fette mangiate).

Tanto tanto cibo, abbuffata natalizia e in un batter d’occhio si arriva al capodanno. Siccome l’usanza brasiliana prevede che il colore dei vestiti usati l’ultimo giorno dell’anno possa influire sull’annata a venire, ci siamo vestiti tutti di bianco (simbolo di purezza e fortuna). Per mangiare le numerose delizie brasiliane si aspetta fin verso le undici e mezza e poi, vicini al countdown, si può finalmente riempire lo stomaco!
10, 9, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1… feliz ano novo! Feliz 2014!
Eccoci. Tra fuochi d’artificio lungo il fiume, palme e brindisi di pseudo-spumante si apre questo nuovo anno. Aspettative? Sicuramente moltissime, come sempre. Innanzitutto affrontare alla grande questa seconda metà della mia esperienza in Brasile, grandi viaggi, tante feste, belle letture, 18 anni, tifare per la nazionale alla Copa do Mundo e poi il rientro, che con certezza non sarà facile…

Nonostante tutto, sono convinto che il 2014 sará un successo!
Um grande abraço pra todos vocês!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s